venerdì 1 febbraio 2008

Politica a parole: governo

Cammino difficile per il Presidente del Senato Franco Marini. La soluzione della crisi non è solo un problema di posizioni politiche. E' anche un problema di definizioni: come dovremo definirlo l'eventuale governo Marini? il campionario italiano è ricco di possibili soluzioni, sfido qualunque altro paese al mondo su un assortimento così imponente: governo elettorale, governo di pacificazione nazionale, governo tecnico, istituzionale, ponte, per le riforme, del presidente, di scopo, di tregua, di transizione, delle larghe intese, di unità nazionale, di responsabilità nazionale ... governissimo. O forse, governicchio?

Troppa scelta, troppe opzioni, diventa difficile trovarne una che calzi a pennello. Forse la soluzione migliore la trovò a suo tempo, guarda caso, Giulio Andreotti. Era il 1976 e inaugurò quello che fu definito il governo della non sfiducia. Un monocolore che si reggeva grazie all'astensione dei partiti dell'arco costituzionale (tutti tranne il MSI-DN). Ma quelli erano altri tempi ....

Nessun commento: