lunedì 27 ottobre 2008

Piangeria

Scrive Giulio Cardone su la Repubblica-Roma. "Il fatalismo del tifosopinionista Vittorio Trenta, in collegamento con Retesport da Stamford Bridge: "Quando ho visto quer pallone de Terry entra' ho pensato: è la storia daaa Roma. E lo dico senza piangeria".

Piangeria non è un lapsus di piaggeria. Non si parla di adulazioni, lusinghe. Spiega ironicamente Cardone: "Trattasi di neologismo che ha scatenato un intenso dibattito tra i più importanti filologi italiani". Piangeria nel senso di "tipico comportamento del piagnone, quindi l'espressione lo dico senza piangeria significa lo dico senza voler fare il piagnone. Una rivoluzione semantica".

Piangeria è, probabilmente, un lapsus di piaggeria nel caso richiamato da Agostino Saccà, 21 giugno 2007, allora capo della fiction Rai. Da una intercettazione di una telefonata avuta con Silvio Berlusconi, pubblicata integralmente da L'Espresso: "lei è amato proprio nel paese, guardi glielo dico senza nessuna piangeria ...".

Nessun commento: