sabato 4 ottobre 2008

Surge

Termine inglese circolato con una certa insistenza sui media italiani nei giorni scorsi dopo il dibattito televisivo tra i due candidati alla vice presidenza americana Biden e Palin.

Palin, ha affermato che "in Afghanistan ci vuole il surge, come in Iraq" mentre Biden ha replicato che l'opinione dei generali è che "in Afghanistan il surge non serve".

Su Repubblica, Stefano Bartezzaghi scrive che il termine potrebbe suscitare qualche perplessità e pensare che il "surge stia la surgelato come il frigo sta al frigorifero. In realtà i due candidati americani si riferiscono al troop surge, l'aumento del contingente statunitense che, deciso nel 2007, sembra aver migliorato la situazione in Iraq. Surge significa moto ondoso, impeto ma in senso esteso si usa per ogni forte e improvviso incremento, di forza ma anche di entusiasmo. Ha la stessa radice dell'italiano sorgere e quindi sul piano militare si trova in rapporti di cguinanza con i nostri Risorgimento e insurrezione".

1 commento:

Licia ha detto...

Credo che il riferimento etimologico a insurrezione evidenzi che il termine inglese surge è particolarmente efficace anche per l'assonanza con insurgent: contrastare gli insorti è proprio uno degli obiettivi principali di questa operazione.
Non a caso surge e insurgent appaiono spesso nello stesso contesto: in inglese la ricerca surge+insurgent dà più di mezzo milione di risultati.