venerdì 2 aprile 2010

Napoletani evasivi e delfini porta sfortuna

"Non fare il napoletano" non è un'offesa, lo stabilisce la Corte di Cassazione. Il caso di un giudice di Parma che ha tacciato con questa espressione un teste napoletano reo di andare un po' per le lunghe nella sua testimonianza. Secondo la Corte, il giudice stava cercando di convincere il teste a non essere evasivo.

Il delfino del capo una nomination mortale. Così Alemanno dopo che Il Riformista lo ha indicato come successore di Berlusconi. Ma come dimostrano i casi di Fini, Casini e Fitto, è numeroso il branco dei delfini affogati (o costretti a cambiare acque) dopo aver tentato di star dietro al Cavaliere.

Nessun commento: