giovedì 24 giugno 2010

Padania? Meglio Duronia, Verdenia, Itania

Il termine Padania, al centro del dibattito politico nei giorni scorsi dopo le dichiarazioni di Gianfranco Fini ("la Padania non esiste, c'è solo la nostra Italia"), potrebbe essere diventato improvvisamente inadeguato. Lo sostiene uno dei più noti esperti di comunicazione italiani, Aldo Cernuto, che su Italia Oggi sostiene: "La scelta del nome è un errore di gioventù, risale a quando la Lega non era ancora consapevole della forza che avrebbe conquistato. Adesso che il pubblico vasto c'è (e potrebbe anche crescere), ecco che Padania diventa stretto".

Al di là di aspetti politici e geografici, il problema di Padania investe temi cari agli esperti di marketing. "E' un nome foneticamente molle, non possiede quelle cuspidi fonetiche tipiche degli stati sovrani, quelle che incutono rispetto, evocano potenza e grandiosità: le "r", le "s", le "t" o le doppie. Non ha nemmeno quella regale brevità delle grandi: Cina, Russia, India".

Cambiare? I creativi italiani (interpellati dal quotidiano economico) provano a dare qualche suggerimento. C'è chi propone Duronia (includerebbe la mission del marchio Lega), chi Verdenia (un po' di valore green fa bene al marchio), chi Itania (per dare un po' di senso di appartenenza).

Nessun commento: