lunedì 2 agosto 2010

Vacanze talpa

Negli Stati Uniti, l'estate 2009 è stata contrassegnata da un termine che perfettamente fotografava il periodo di crisi economica del paese e i riflessi sociali. Stiamo parlando di staycation, da vacation (appunto, vacanza) dove il suffisso stay identifica la tendenza di chi ha deciso di fare vacanza restando a casa.

La variante italiana viene brillantemente coniata da Il Messaggero che conia l'espressione vacanze talpa, cioè le vacanze bugia, "quelle che non faremo ma racconteremo, quelle che non ci possiamo permettere ma che non possiamo ammettere di non poter più fare".

Una situazione che gli italiani hanno vissuto già negli anni ’60: adesso, come allora, chi è alle prese con le difficoltà economiche e con le ferie, di fronte all'"imbarazzo ad ammettere in pubblico di non poter partire, di non avere neanche una casa di parenti in campagna dove trasferirsi" preferisce trasformarsi in talpe "chiusi in case blindate per simulare la partenza".

Nessun commento: