lunedì 24 ottobre 2011

Balotellate

Da Balotelli, il calciatore italiano in forza al Manchester City.

Le balotellate sono le spacconate, le smargiassate, le bravate di cui si è reso protagonista Mario Balotelli. Nell'articolo pubblicato dal Corriere della Sera, "Caro Supermario, basta balotellate", Gian Antonio Stella ne ricorda alcune:

La maglia dell'Inter scaraventata via dopo l'andata col Barcellona... I litigi con Mourinho... Le serate in giro per discoteche... Gli schiamazzi notturni con gli amici agitando per strada una pistola giocattolo... L'irruzione in auto nel cortile del carcere femminile di Brescia «per vedere l'effetto che fa»... Certo, niente di apocalittico, ci mancherebbe, però... «Balotellate» a Milano, «balotellate» in Inghilterra.

L'ultima, sabato 22 ottobre, proprio alla vigilia del derby di Manchester, quando la casa di Balotelli ha preso fuoco per un'imprudenza dello stesso calciatore.

Le balotellate sono ormai tante che un sito internet ha addirittura compilato una top-ten di queste sue imprese extra-calcistiche. Inevitabile, quindi, che venisse anche coniato un termine ad hoc, seguendo la moda linguistica già usata per Cassano e le sue cassanate.

Balotellate ha già migliaia di attestazioni in rete e la parola è stata usata anche dalla sorella naturale di Balotelli, Abigail Barwuah, che lo scorso aprile ha detto: "Ha quasi 21 anni: le balotellate non possono continuare all'infinito" (Ansa, 5 aprile 2011)

Mentre il giornalista Xavier Jacobelli ha ricordato ad inizio agosto come "In questi mesi abbiamo osservato tante balotellate".

Nessun commento: