venerdì 14 giugno 2013

Il congiuntivo (mancato) di Renata Polverini

Lancia il nuovo sito ma commette un grave errore grammaticale. E' Renata Polverini che inciampa nell'uso (mancato) del congiuntivo. Un errore che non passa inosservato, soprattutto perché commesso su Twitter.

Il 7 giugno scorso, sul profilo Twitter dell'ex Presidente della Regione Lazio compare il seguente tweet: "E' in linea il nuovo sito renatapolverini.it con una veste grafica completamente rinnovata. Spero che vi piace :)".

Spero che vi piace ... di chi è la gaffe? di Renata Polverini o di qualcuno del suo staff? Non è chiaro se l'alimentazione del suo profilo social sia gestito da lei direttamente o da qualche suo collaboratore. Sta di fatto che la frase incriminata chiude un suo tweet e, volente o nolente, Polverini ne è responsabile.

Twitter non perdona e sebbene il messaggio verrà poi cancellato, ormai la traccia è lasciata e i commenti sul popolare social impazzano.

Frandiben scrive "Dite alla Polverini che il suo sito non mi piaccia", mentre Federica (alias @kikka75f) rilancia: "Se io abiterei nel Lazie ti avrebbe votato!!!". Stefano Bandini ironizza: "Poraccia. Congiuntivo di 'pora'.." e Letizia Sannino amaramente commenta: "Gente,non laureatevi chè Renatona nostra dimostra che si diventa importante senza congiuntivi". 

L'invito finale è di Martina Avallone: "Il congiuntivo non è un optional! A te più che un sito nuovo servirebbe un insegnante di italiano". Commenta il quotidiano Libero: "Difficile darle torto. Troppo spesso i nostri politici scivolano nelle trappole della nostra lingua".

1 commento:

Anonimo ha detto...

Maгvеlous, ωhat a websіte it is!
This ωeblοg gіѵеs νаluable fаcts to us, keeр it
uρ.

my sіte ... Equivalent resistance