mercoledì 19 giugno 2013

Tweet entra nell'Oxford English Dictionary

Il sostantivo tweet, il messaggio di 140 caratteri, e il relativo verbo to tweet, sono  termini  ufficialmente riconosciuti dalla lingua inglese. Lo ha stabilito l'autorevole Oxford English Dictionary. Il suo direttore, John Simpson, è stato chiaro: "Con questa decisione abbiamo violato una nostra regola storica, cioè aspettare almeno 10 anni dalla sua prima apparizione, prima di introdurre un neologismo nel nostro dizionario".

Sì perché Twitter è nato appena cinque anni fa. Era il 15 marzo 2007 quando sul sito di microblogging spuntò il primo messaggio o tweet. Da allora, il 'cinguettìo' più celebre si è spostato dai boschi al web. Diventando così popolare e d'uso nel linguaggio comune da indurre gli esperti linguisti del dizionario anglosassone a fare una eccezione e arruolarlo anticipatamente tra le voci della nuova edizione.

E il verbo to tweet assume formalmente il significato - ben noto a tutti - di "inserire una frase sul social network Twitter". Ma il successo di Twitter va oltre. Perché tra le new entry dell'Oxford English Dictionary annotiamo anche follow e follower, intesi come seguaci di un determinato profilo presente sulla piattaforma. Ma sono molte le parole o espressioni entrate nel dizionario provenienti dall'universo web e digitale (geekery, live-blogging, e-reader), a riprova di quanto ormai influenzi non solo la nostra attività quotidiana, ma generi anche un proprio linguaggio che da tecnico si trasforma sempre più in comune e quotidiano.

Nessun commento: